Alla luce degli ultimi sviluppi in Parlamento, dove si è riavviato l'iter per l'approvazione del testo unificato sul comparto ittico (andrà in aula il prossimo 27 di marzo) e nel quale viene introdotta una licenza a pagamento per i pescatori ricreativi e sportivi la cui destinazione d'uso degli eventuali proventi è in favore dei professionisti, la FIPSAS si schiera fortemente e di nuovo per il NO e chiede nuovamente la mobilitazione di ogni singolo iscritto e di ciascuna società affiliata, affinchè mandino email: questo il link al Governo e ai parlamentari per ribadire la propria contrarietà all'approvazione del provvedimento.

FACCIAMOCI SENTIRE!